Skip to Content

ASR, TNC, uff. 15, 1595, pt. 2, vol. 38, fol. 69r

Regesto

1595/06/15

Archivio di Stato di Roma (ASR)

Scipione Quintilio, camerlengo della Confraternita di San Luca, dichiara di aver ricevuto da Francesco Scardua 5 scudi e mezzo come corrispettivo di sei mesi di affitto. Scardua paga inoltre Quintilio per del marmo, e viene fatta quietanza della somma.

[Mostra i tag del documento]

Trascrizione

[Fol. 69r]
ASR, TNC, uff. 15, 1595, pt. 2, vol. 38, fol. 69r

ASR, TNC, uff. 15, 1595, pt. 2, vol. 38, fol. 69r

Io Scipione Quintilio pittore Camerlencho della Confraternita
di santo Luca o recevuto da Ill. Francesco Scardua scharpelino d[...][1]
[...] scudi cinque et mezzo per il semestro della pigione
del sito quale commmizo[2] il primo di Maggio 1595 et scudi
[...] et baiocchi settanta quali sonno per marmori [...] che sono
[...]te 3 et baiocchi 19 et scudo uno et baiocchi vinti dati a quelli che an-
no cavato fora li marmi et il pilo[3] che somma in tuto scudi
[...] et baiocchi 22 [...] questo dì 15 di giungno 1595
18 42
Io Scipione Quintilio mano propria
76-70

[Torna all'inizio]

Note
  1. Le parentesi quadre indicano brani illeggibili in seguito a lacune nel documento o macchie di inchiostro sulla carta.